Follow:
Italia, Padova, Scorci di Padova, Veneto

Orto Botanico di Padova

Una domenica pomeriggio alla scoperta dell’Orto Botanico di Padova, uno dei luoghi più famosi e belli della nostra città, esempio di modernità ed ecosostenibilità.

Una grandissima mancanza – ahimèlo ammetto – verso la mia città.
Com’è possibile che io, padovana doc, non abbia mai visitato l’Orto Botanico di Padova?
Così domenica scorsa ho deciso che era giunta l’ora di colmare questa lacuna e, finalmente, mi sono concessa un intero pomeriggio di passeggiate, fotografie e meraviglia in questo luogo che mi ha stupito per la sua bellezza, storia e modernità.
Orto Botanico di Padova: vista di Santa GiustinaFondato nel 1545 per la coltivazione delle piante medicinali, è il più antico Orto Botanco universitario, ancora situato nella sua collocazione originaria, al mondo.
E’, infatti, ancora presente e perfettamente conservata la parte più antica dell’Orto, dove originariamente venivano coltivate delle piante medicinali per facilitare l’apprendimento ed il riconoscimento di quelle autentiche, su richiesta dell’Università di Padova.
Orto Botanico di Padova: uno dei viali dell'OrtoOrto Botanico di Padova: varietà di fioriOrto Botanico di Padova: uno dei viali dell'Orto Orto Botanico di Padova Orto Botanico di Padova: la Porta SudAntico e moderno, convivono perfettamente in questo luogo.
Passando attraverso la zona originale di costruzione dell’Orto Botanico, si arriva al recente Giardino della Biodiversità, inaugurato nel 2014 e che rappresenta la nuova parte del luogo.
Orto Botanico di Padova: l'ingresso alla parte nuovaUna delle serre più avanzate del mondo, a bassissimo impatto ambientale, a ridosso della Basilica di Santa Giustina e che ospita quattro macro ambienti: arido, temperato, sub-umido e tropicale.
Orto Botanico di Padova: particolare del Giardino della Biodiversità Orto Botanico di Padova: il Giardino della BiodiversitàOrto Botanico di Padova: il Giardino della BiodiversitàOrto Botanico di Padova: varietà di fioriOrto Botanico di Padova: varietà di fioriOrto Botanico di Padova: varietà di fioriOrto Botanico di Padova: il Giardino della Biodiversità e Santa Giustina Orto Botanico di Padova: il Giardino della BiodiversitàOrto Botanico di Padova: il Giardino della Biodiversità Orto Botanico di Padova: il Giardino della Biodiversità Orto Botanico di Padova: il Giardino della BiodiversitàOrto Botanico di Padova: il Giardino della Biodiversità Orto Botanico di Padova: il Giardino della Biodiversità Orto Botanico di Padova: il Giardino della BiodiversitàOrto Botanico di Padova: fiore della zona tropicale Orto Botanico di Padova: il Giardino della BiodiversitàUscendo dalla zona nuova, mi sono recata nuovamente in quella antica, visitando l’Hortus Cintus, cioè l’area in cui si trovavano le piante officinali più rare e recintato da un muro circolare, tutt’oggi presente, al fine di fermare i furti delle piante stesse.
Orto Botanico di Padova: parte antica Orto Botanico di Padova: parte antica e serra ottagonale contenente la Palma di GoetheLa quantità di fiori, colori e profumi è semplicemente incredibile.
Orto Botanico di Padova: varietà di fiori Orto Botanico di Padova: varietà di fiori Orto Botanico di Padova: varietà di fioriSia che siate di passaggio in città, sia che siate del posto ma, come me, per un motivo o per l’altro, non abbiate mai avuto occasione di visitare l’Orto Botanico di Padova, vi consiglio di cuore di organizzare una passeggiata qui: sono convinta che anche voi vi innamorerete di questo luogo così ricco di bellezza, storia e modernità!
Nel 1997, l’Orto Botanico di Padova, è riconosciuto come bene protetto dall’UNESCO e Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbero interessarti...

buzzoole code