Follow:
Veneto, Venezia

Building Bridges a Venezia: come vedere l’opera di Lorenzo Quinn

I miei consigli per raggiungere e vedere la monumentale opera di Lorenzo Quinn a Venezia “Building Bridges”.

Dopo il successo di “Support“, opera realizzata in occasione della Biennale 2017 e di cui vi ho parlato anch’io, Lorenzo Quinn sceglie nuovamente Venezia e la Biennale per la sua nuova, monumentale installazioneBuilding Bridges“.

Sei paia di mani, alte quindici metri e larghe venti, portano l’importante messaggio che l’artista vuole trasmettere: più ponti, meno muri e barriere.

Building Bridges: come vedere l'opera di Lorenzo Quinn a Venezia.
Vista dell'opera

Amicizia, saggezza, aiuto reciproco, fede, speranza e amore.
Ecco cosa rappresenta ogni ponte di mani.

Le mani hanno il potere di amare, odiare, creare, distruggere e sono la parte del corpo umano più difficile e tecnicamente impegnativa.
Lorenzo Quinn

Building Bridges: vista dell'opera
Building Bridges: come vedere l'opera di Lorenzo Quinn a Venezia.
Vista dell'opera

Building Bridges: come vedere l’opera di Lorenzo Quinn

“Building Bridges” è stata realizzata in occasione della Biennale di Venezia 2019, seppur si trovi fuori dal circuito istituzionale.
Ammettendo di non essere molto ferrata negli spostamenti nella città lagunare, è stato un po’ difficile, per me, raggiungere il luogo dell’installazione.
Ho in utilmente girato per la zona dell’Arsenale per un sacco di tempo prima di capire che per vederla mi sarei dovuta recare da tutt’altra parte, pur rimanendo negli spazi della Biennale!
Ecco perché ho pensato di realizzare questo post con tutte le indicazioni ed informazioni per vederla.

Building Bridges: come vedere l'opera di Lorenzo Quinn a Venezia.
Vista dell'opera
  • Building Bridges si trova fuori dal circuito della Biennale.
  • La visita all’installazione è GRATUITA.
  • Pur trovandosi nella zona dell’Arsenale di Venezia (sede della Biennale), l’opera è lontana dagli spazi canonici della manifestazione.
  • Consiglio di raggiungere l’installazione in vaporetto (fermata Bacini, linea 4.1 o 5.2).

Complice il caldo e una distorsione alla caviglia di qualche giorno prima, ho deciso di recarmi a Venezia in automobile e parcheggiare a Tronchetto.
Consultando dal mio cellulare la comodissima app “Che Bateo?” ho preso il vaporetto in direzione Arsenale.
Questo è stato il mio errore!
Infatti, per vedere “Building Bridges” bisogna recarsi ai Bacini di Carenaggio dell’Arsenale Nord e quindi prendere il vaporetto 4.1 o 5.2 fino alla fermata BACINI.

Come raggiungere l'opera con vaporetto

Building Bridges: le mie impressioni

Non ho una “preparazione artistica” per parlare dell’opera da questo punto di vista. Ho letto alcune critiche riguardanti le dimensioni e lo stile definito poco elegante. Personalmente amo le opere di Lorenzo Quinn e l’immediatezza con cui riesce a trasmettere messaggi così importanti.

Se “Support” mi era entrata nel cuore, col suo messaggio contro l’inquinamento e il pericolo dell’innalzamento del mare in cui rischia di sprofondare Venezia, “Building Bridges” mi ha emozionata altrettanto.
La chiarezza del suo messaggio di fratellanza è immediata.
Le mani vanno oltre la razza, il genere e il credo e creano un ponte che trasporta forte un messaggio di unione che va oltre le barriere ideologiche che ci vorrebbero tutti divisi.

BUILDING BRIDGES
Bacini di Carenaggio – Arsenale Nord – Venezia
dall’11 maggio al 24 novembre 2019
Vaporetto linea 4.1 o 5.2 fermata BACINI
VISITA GRATUITA

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbero interessarti...

buzzoole code