Follow:
Browsing Category:

Colli Euganei

    Colli Euganei, Italia, Maserà, Padova

    Lo sai che i papaveri…

    Dopo un bel po’ di giorni di assenza dal blog – arg!! –  rieccomi qui! 
    Oggi pomeriggio capatina veloce dietro casa dove ho scovato un bellissimo prato di papaveri rossi! 
    Peccato la giornata grigia e il classico rompi che mentre te ne stai lì tranquilla ed in pace col mondo, viene a domandarti cosa stai fotografando e perchè! 
    Qui un po’ di foto con un po’ di sperimentazione HDR… prossimamente gli scatti fatti con la Zenit e la Petri!

    Abano Terme, Colli Euganei, Italia, Monselice

    Cinque chilometri da casa

    Alle volte ci dimentichiamo che vicino a casa nostra ci sono spazi, panorami, colori che aspettano solo di essere vissuti, visti, respirati, ascoltati e, ovviamente, fotografati!
    Abano Terme, Monselice e la piccolissima Due Carrare: ecco dove sono stata questo fine settimana! A cinque chilometri da casa!
    La Notte Rosa delle Terme
    La Notte Rosa delle Terme
    Monselice – La Giostra della Rocca – mercatino medievale
    Monselice – La Giostra della Rocca – mercatino medievale

    Due Carrare
    Due Carrare
    Colli Euganei

    del “Divino Sognar”

    Ieri, domenica, come da tradizione qui in Veneto, si è svolta la manifestazione annuale Cantine Aperte, uno dei più importanti eventi in Italia che vede protagonisti il vino e il territorio e dedicato ad appassionati e intenditori che vogliono conoscere il vino attraverso i suoi luoghi di produzione e la sua gente.
    Nell’ultima domenica di maggio, circa mille aziende aprono le loro porte a tantissimi enoturisti interessati a vivere un’esperienza diretta in cantina. Un evento che, grazie suo al successo crescente, spinge ogni anno sempre più visitatori a scoprire le cantine in tutte le stagioni.
    La manifestazione celebra quest’anno la ventesima edizione intitolata “Divino Sognar“, un tema legato all’immaginazione, al piacere e alla bellezza evocati dalla bontà che solo il buon vino possiede, che permette ai nostri sensi di attraversare una terra di meravigliosi sogni.
    Per noi è un appuntamento fisso da anni, un motivo in più per trovarsi con gli amici, assaporando dell’ottimo vino e cibo in compagnia, immersi nel meraviglioso panorama dei nostri Colli Euganei!
    Ormai per quest’anno è andata, ma per l’avvenire, se non ci siete mai stati, vi consiglio di cuore di farci una capatina.
    Visitare le antiche cantine (ma anche quelle moderne), i borghi animati di cibo e vino, musica dal vivo, visite ai vigneti, degustazioni in cantina, wine safari e passeggiate all’aria aperta. Ma anche arte, cultura e poesia.
    (Informazioni tratte dal sito movimentoturismovino, sul quale si possono trovare tutte le dritte per questa manifestazione ed altre)
    P.S. Lo so che non me l’ha ordinato il medico, ma girare di cantina in cantina con un piede e una caviglia malandati… ohi ohi! Ieri sera vedevo le stelle, e non solo per il vino! 🙂
    Colli Euganei, Me Myself and I

    Una domenica in Paradiso

    Domenica grigia, come del resto gli ultimi giorni… e non solo metereologicamnte parlando.
    Sono giornate un po’ pesanti queste. Ma non voglio lamentarmi, perchè mi basta un pomeriggio con marito e Canon e il mondo mi sorride di nuovo.
    Domenica pomeriggio, appunto, siamo stati vicino casa, sui nostri bellissimi Colli Euganei.
    In particolare al parco della Villa Beatrice d’Este.
    Se non conoscete questo posto, vi consiglio di andarci, anche solo per un pomeriggio.
    E’ davvero un paradiso di tranquillità e natura.
    Ecco un po’ di panorami di cui si può godere dalla posizione strategica della Villa

    L’ingresso della Villa e ancora panorami… ogni angolo è una scoperta!

    Villa Beatrice d’Este sorge sul Monte Gemola, in uno dei punti più centrali del compensorio dei Colli Euganei, in provincia di Padova. La Villa risiede comunque sotto il comune di Baone e prende il nome dalla Beata Beatrice (nonostante sia Santa), poi divenuta Beatrice I d’Este nata nel 1191 e che dal 1221 al 1226 ha riadattato i resti di quello che era un piccolo insediamento di eremiti.

    Nei secoli successivi ‘500 e ‘600 il convento venne d’apprima abbandonato cessando di essere un luogo religioso e poi acquistato da Francesco Ruperto (un ricco mercante veneziano) che lo trasformò nell’elegante villa che conosciamo ancora oggi che ospita il Museo Naturalistico dei Colli Euganei.

    In questo postMuseo di Villa Beatrice d’Este‎ Via Gemola 35030 Baone (Padova)

buzzoole code